SCIA

La SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) è la dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva (artigianale, commerciale, industriale) senza dover più attendere i tempi e l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti.

La SCIA ai sensi dell’art. 19 della legge 241/90 produce effetti immediati. Alle attività è sufficiente presentare il relativo modello SCIA, correttamente compilato e completo in ogni sua parte per avviare la propria attività.

Gli interventi per i quali si può usufruire della SCIA sono:

  • manutenzione straordinaria, laddove vengano coinvolti interventi strutturali (ad esempio se vengono toccati muri portanti);
  • ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo;
  • interventi edilizi che alterano la sagoma degli edifici e quelli che sono atti al ripristino totale o parziale di edifici in parte demoliti o crollati.

La SCIA deve essere corredata chiaramente da dichiarazioni asseverate del tecnico progettista ed elaborati tecnici e progettuali dello stesso.
In molte amministrazioni comunali è oramai previsto l’invio telematico a cura del tecnico della SCIA.

Se si richiede una SCIA a lavori già iniziati la sanzione minima è di 516€; se si effettuano lavori richiedenti una SCIA senza l’ausilio della stessa, verrà effettuata una verifica dalle autorità competenti e commutata una sanzione adeguata.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

  • PRIVACY